Per Contatti

lafedecattolica@libero.it

San Giuseppe mi salvò - "Confessa quei peccati ed avrai pace"





Un giovane racconta la sua conversione: Per mia sventura, in Confessione non volli manifestare alcuni gravi peccati. Per quattro anni i miei sacrilegi si moltiplicavano. Provavo vergogna ad accusare le impurità.

Sentivo una voce interna: Confessa quei peccati ed avrai pace! Il rimorso mi tormentava. Finalmente San Giuseppe mi salvò. Un buon Sacerdote si accorse del mio doloroso stato; a mia insaputa fece un triduo di preghiere a San Giuseppe. Quando mi recai da lui per confessarmi, con l'intenzione di nascondere ancora quei brutti peccati, all'improvviso sentii l'impulso di accusarli; lottai nel mio interno e resistetti ancora alla grazia.

Il Sacerdote allora m'incoraggió con buone parole, finché io mi arresi e scaricai il grave peso che mi opprimeva la coscienza. Godetti un giorno di pace, mi sembrò un giorno di Paradiso.

Il Confessore mi confidò che aveva fatto per me un triduo a San Giuseppe e che quello era il terzo giorno.

Io scongiuro coloro che fossero caduti nella mia disgrazia, a ricorrere a San Giuseppe per essere assistiti a confessarsi bene e a riacquistare la pace.

(Da: SAN GIUSEPPE di Don Giuseppe Tomaselli)