Per Contatti

lafedecattolica@libero.it

MESSAGGIO IMPORTANTE - “Figli miei, siate pronti: questo tempo è un punto di svolta.”













Promessa, minaccia o che cosa altro?

La frase centrale del Messaggio del 2 giugno u.s. (“Figli miei, siate pronti: questo tempo è un punto di svolta.”) contiene certamente un annuncio importante che ci informa che siamo a una svolta.
Ma, per capire meglio queste parole, mi sono chiesto da quale prospettiva dobbiamo leggere queste parole. Certamente annunciano qualcosa che arriva all’improvviso come un ladro, inatteso, imprevisto, che sorprende. Per questo ci invita alla vigilanza (“siate pronti)”. E mi sembra che voglia farci capire che è motivo di preoccupazione. Per questo ci suggerisce anche come attendere questo cambiamento: “nella preghiera”, rivolta a Dio non solo per noi stessi e per i nostri cari, ma anche per chi non aspetta proprio niente. È comunque qualcosa che non giunge imprevisto per la Madre, come se qualcosa fosse sfuggito dalla Sua mano, come una fatalità, ma con la speranza di vedere nuovi frutti di conversione e di vita nuova.












Nel contesto storico in cui stiamo vivendo è qualcosa che porterà novità importanti dai risvolti anche positivi, in uno scenario di cambiamento improvviso.
Nel contesto di invito alla preghiera non posso pensare semplicemente a una minaccia ma piuttosto alla realizzazione di qualcosa che riguardi ad esempio il trionfo del Cuore Immacolato di Maria, o l’indebolimento di satana. Direi che la situazione volge ormai al termine e comincerà una nuova fase dagli sviluppi incerti ma alla fine positivi.
Siccome la Madonna si rivolge agli “Apostoli del Suo Amore” mi viene spontaneo pensare ai tanti Gruppi di preghiera sparsi nel mondo, fedeli ai Suoi inviti e all’impegno di una vita seria. Allora penso proprio che queste parole siano un invito alla responsabilità personale e alla corresponsabilità collettiva.
Queste parole suonano dunque come una chiamata alle armi, nella serena fiducia che chi ci guida sa il fatto suo e conosce mosse e contromosse. Quello che certamente non ci deve mai mancare è la fiducia che andiamo verso migliori situazioni di vita e l’impegno di metterci anche del nostro per raggiungere questo obiettivo.
Le parole della Vergine non ci spaventano né ci inquietano, ma ci stimolano e ci incoraggiano nel nostro cammino e nel nostro impegno, sapendo che le cose nuove cominceranno già ora nei nostri cuori, sempre più decisi per Dio e per la Santità. Saranno comunque degli eventi futuri che ci faranno comprendere meglio le Sue parole.

Con la benedizione del Signore vi saluto.
P. Armando Favero